27 settembre: clima ed efficienza energetica

pubblicato il 25 settembre 2019
27 settembre: clima ed efficienza energetica

In Italia è venerdì  27 settembre il giorno scelto dal movimento “Fridays for future” per partecipare con lo Sciopero Globale per il Futuro (Global Strike for Future) alla “Climate Action Week”,  la settimana di mobilitazione  mondiale per il clima che vuole richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sui problemi dei cambiamenti climatici.
Per quanto riguarda l’Italia non mancano però alcuni aspetti positivi  da tenere in considerazione:  già da tempo il nostro paese ha intrapreso un cammino virtuoso soprattutto nel campo dell’efficienza energetica, settore che assicura  importanti benefici in termini di riduzione delle emissioni di gas serra e di contrasto al cambiamento climatico. A testimoniarlo alcune recenti classifiche internazionali.
Ci riferiamo in modo particolare ai dati dell’International Energy Efficiency Scorecard 2018 dell'American Council for an Energy-Efficient Economy (ACEEE), il rapporto che analizza le politiche di efficienza e risparmio energetico dei 25 Paesi che consumano più energia nel mondo. L’Italia,  a pari merito con la Germania, con un punteggio di 75,5 su 100 si classifica al primo posto per le politiche sull’efficienza energetica. Valutazioni e punteggi si basano su diversi parametri raggruppati per 4 categorie: edifici, industria, trasporto e progresso complessivo di efficienza energetica. Sono stati assegnati 25 punti per ciascuna di queste 4 categorie. Tra i migliori compaiono  anche  Francia, Regno Unito e Giappone.
Questo ottima posizione  dell’Italia è stata confermata anche dalla seconda edizione del Rapporto RISE 2018:Policy Matters, Regulatory Indicators for Sustainable Energy pubblicato dalla Banca mondiale. Il rapporto prende in esame 133 Paesi, che rappresentano il 97% della popolazione mondiale, e misura a livello Paese l’adozione di politiche e regolamenti per promuovere l’energia sostenibile intesa comeaccesso all'energia, efficienza energetica ed energia rinnovabile. L’Italia si piazza al terzo posto in questa graduatoria, grazie alle normative e alle misure introdotte per l’efficienza energetica.

 

Per saperne di più

La performance di 25 paesi maggiori consumatori di energia al mondo sulle politiche per l’efficienza energetica

Terzo posto per l’Italia nella graduatoria sulla sostenibilità della Banca Mondiale