Analisi e prospettive al 2040: l'efficienza energetica si conferma il cardine di un sistema energetico sicuro e sostenibile a livello globale

Analisi e prospettive al 2040: l'efficienza energetica si conferma il cardine di un sistema energetico sicuro e sostenibile a livello globale

È quanto emerge dall’ultimo rapporto dell’International Energy Agency (IEA) sull’efficienza energetica

Secondo l’analisi e le prospettive al 2040 dell'IEA (Energy Efficiency 2018- Analysis and outlooks to 2040), se tutti i Paesi implementassero le misure di efficienza energetica oggi disponibili, le emissioni nel 2040 potrebbero risultare inferiori a quelle attuali, nonostante il raddoppio del PIL dell'economia globale previsto per quella data. 

I risultati dello studio dicono che, dal 2000, gli incrementi di efficienza energetica nelle principali economie mondiali hanno compensato per più di un terzo l'aumento dei consumi energetici, impedendo l’utilizzo del 12% in più di energia. Su questo argomento viene citato l’esempio virtuoso dell’Italia che, in assenza delle efficaci politiche di miglioramento dell’efficienza attuate in questi anni, avrebbe visto crescere le importazioni di gas del 14%, mentre ha ottenuto risparmi considerevoli sui consumi finali di energia nel periodo 2005-2017, pari al 5,4%, seconda solo alla Francia (6,2%) a livello globale.

Risultano in aumento gli investimenti nell’efficienza energetica perché gli interventi di miglioramento risultano economicamente convenienti: il loro payback medio è di tre anni, sulla base dei soli risparmi energetici. In particolare viene rilevato che il totale degli investimenti generati dall’introduzione di strumenti di mercato, come certificati bianchi e schemi d’obbligo,sia cresciuto di sei volte negli ultimi dieci anni.

Oltre a tendenze e prospettive globali, di settore (trasporti, edifici e apparecchi elettrici, industria e finanza), il rapporto fornisce anche indicazioni su una vasta gamma di misure già implementate  e meccanismi collaudati (tra cui il nostro  sistema di incentivi fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici), che le economie emergenti possono prendere in considerazione per integrare il proprio quadro di politiche energetiche, sfruttare il potenziale di risparmio  e  conseguire i benefici  economici, sociali e ambientali dell’efficienza energetica (LC).

Il World Energy Council conferma la tripla “AAA” all’Italia per le ottime prestazioni del suo sistema energetico