Biomasse, i criteri per la certificazione delle caldaie

Biomasse, i criteri per la certificazione delle caldaie

(Staffetta Quotidiana.it) - È pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 294 del 18 dicembre il decreto del ministero dell'Ambiente 7 novembre 2017, n. 186 “Regolamento recante la disciplina dei requisiti, delle procedure e delle competenze per il rilascio di una certificazione dei generatori di calore alimentati a biomasse combustibili solide”.  Il regolamento stabilisce i requisiti, le procedure e le competenze per il rilascio di una certificazione ambientale dei generatori di calore alimentati con legna da ardere, carbone di legna e biomasse combustibili e le prestazioni emissive di riferimento per le diverse classi di qualità, i relativi metodi di prova e le verifiche da eseguire per il rilascio della certificazione ambientale. Le regole riguardano camini chiusi e caminetti aperti, stufe a legna, stufe ad accumulo, cucine a legna, caldaie fino a 500 kW, stufe, inserti e cucine a pellet. Le regole sono introdotte in applicazione del Codice dell'ambiente e suddividono i generatori in cinque classi (da 1 a 5 stelle). La certificazione è necessaria per l'accesso agli incentivi del Conto termico.