Certificati bianchi, in febbraio nuovo calo dei rilasci

Certificati bianchi, in febbraio nuovo calo dei rilasci

(Staffetta Quotidiana.it)  -32,3% nel mese e -37,1% nel primo bimestre. Le proposte sono meno di un terzo che nel 2017. Il grosso del calo riguarda le richieste standardizzate nel campo dei sistemi di azionamento e automazione nell'industria e l'edilizia passiva/involucri termici. In controtendenza la generazione e recupero calore per raffreddamento essiccazione nell'industria e i trasporti

Dopo il -40,5% di gennaio rispetto allo stesso mese del 2017, in febbraio il numero di certificati bianchi rilasciati ha registrato un nuovo calo su anno del 32,3%, per una flessione media nel primo bimestre del 37,1% che conferma la tendenza al calo iniziata a metà 2017. E' quanto emerge dall'ultimo rapporto mensile del GSE che per il mese scorso evidenzia il rilascio di 260.408 titoli contro i 384.596 di febbraio 2017. Nei primi due mesi del 2018 i rilasci totali ammontano a 574.263 da 383 richieste di verifica e certificazione contro i 912.859 dello stesso periodo dello scorso anno da 940 verifiche. Il grosso del calo riguarda le richieste di verifica standardizzate, che scendono a 30.263 da 259.309, mentre sempre significative ma più contenute sono le flessioni per le categorie analitica (da 23.815 a 16.815) e a consuntivo (da 629.735 a 527.185). In forte calo anche le proposte, che dalle 85 del primo bimestre 2017 scendono a 23 più 6 progetti a consuntivo. Nel dettaglio il grosso del crollo delle richieste standardizzate riguarda i progetti industriali IND-E (sistemi di azionamento efficienti, automazione e rifasamento), da 109mila a 4.700 circa, e in campo civile, gli interventi di edilizia passiva e involucro edilizio (CIV-FC), in calo da 96mila a 8.600 circa, e di piccola generazione (CIV-GEN), da 6.800 a 1.500 circa. Tra le richieste a consuntivo da segnalare invece l'aumento in controtendenza di quelle in campo industriale per la generazione e recupero calore per raffreddamento ed essiccamento (IND-T), che salgono da 337mila a 354mila circa. In aumento anche la riprogettazione e realizzazione di nuovi impianti di illuminazione pubblica (da 0 a 365), la generazione da recuperi, rinnovabili o cogenerazione nell'industria (da 199 a 515) e ancora più il settore trasporti (TRASP) che registra 10.400 titoli circa, tutti emessi a gennaio, contro i 1.200 circa del primo bimestre 2017.