Da Venezia 73 parte la campagna #CinemaInClasseA di ENEA e Green Cross Italia

Da Venezia 73 parte la campagna #CinemaInClasseA di ENEA e Green Cross Italia

Dal Lido di Venezia parte la campagna #CinemaInClasseA di ENEA e Green Cross Italia per promuovere la sostenibilità e l’uso ottimale dell’energia nel comparto dei media audiovisivi

ENEA e Green Cross Italia lanciano la campagna #CinemaInClasseA, l'iniziativa per promuovere l’uso ottimale dell’energia e diffondere il concetto stesso di efficienza e sostenibilità nel comparto dei media audiovisivi, dal cinema alla tv. Il progetto è stato presentato al Lido di Venezia durante la 73. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezianell’ambito del Green Drop Award, il premio per il film tra quelli in concorso ufficiale che meglio interpreta i temi della sostenibilità. 

«Con #CinemaInClasseA ENEA e Green Cross – spiega Antonio Disi, responsabile del servizio Comunicazione dell’Unità Efficienza Energetica per ENEA - puntano a coinvolgere star, operatori del settore fino alle produzioni per promuovere e premiare il cinema a basso impatto ambientale. Scopo dell’iniziativa, che andrà a coordinarsi con la più ampia campagna di ENEA, “Italia in classe A”, è quello di promuovere l’efficienza energetica anche nel mondo del cinema, rappresentando le buone pratiche e l’uso virtuoso delle risorse a cittadini ed imprese».

«La campagna – spiega Marco Gisotti, direttore del Green Drop Award - prevede attività di sensibilizzazione, informazione e formazione, rivolte prima di tutto agli operatori del settore, ai giornalisti e agli opinion maker che se ne occupano. Attraverso il coinvolgimento dello stesso mondo del cinema si intende arrivare anche agli studenti, ai giovani e alle famiglie. Al seminario Lezione di Cinema Green faranno seguito, in particolare, almeno altri due eventi pubblici, a Rimini durante Ecomondo, in contemporanea con gli Stati Generali della Green Economy per far dialogare il mondo del cinema con quello dell’economia circolare, e a dicembre a Roma con un appuntamento conclusivo che coinvolgerà tutto il mondo dello spettacolo». 

L’iniziativa è stata illustrata nei dettagli in occasione della Lezione di Green Cinema: le prospettive “verdi” delle produzioni cinematograficheil seminario organizzato da Green Cross Italia e FIMA (Federazione Italiana Media Ambientali) con la partecipazione di Connect4Climate. L’incontro ha visto la partecipazione di esperti dei settori per fare il punto sulla sostenibilità nella cinematografia italiana e straniera, analizzando le tecnologie, i materiali, le prospettive “verdi” per il cinema e la possibilità di uniformare le procedure delle produzioni cinematografiche ecosostenibili.

A portare l’esempio italiano della sostenibilità nel cinema è stata Francesca Andreoli, Responsabile Tempesta Italia, presentando EcoMuvi, il primo disciplinare europeo di sostenibilità ambientale certificato per la produzione audiovisiva ideato da La Tempesta Film. Altro esempio virtuoso è il Taormina Film Festival: in occasione del festival, Accademia Kronos ha prodotto in collaborazione con l’ENEA lo spot cinematografico sul problema del riscaldamento globale del pianeta “Io faccio la mia parte”, che è stato proiettato all’apertura di ogni sezione e poi consegnato al Ministero dell’Ambiente per una maggiore divulgazione. A raccontarlo è stata Tiziana Rocca, direttrice del Taormina Film Fest intervenendo all’incontro insieme a Oliviero Sorbini, direttivo Accademia Kronos, e Regina Valletta, autrice e regista dello spot