Conclusioni 6° Conferenza Internazionale MEDENER

Conclusioni 6° Conferenza Internazionale MEDENER

I partecipanti alla 6° Conferenza Internazionale MEDENER, organizzata nell’ambito del Progetto Europeo MeetMED in stretta collaborazione con RCREEE, hanno riconosciuto l’estremo valore della transizione energetica nella regione del Mediterraneo al fine di mitigare gli effetti indesiderati del cambiamento climatico.

Sin dalla prima conferenza internazionale di Tunisi nel 2013, i membri di MEDENER hanno individuato nell’efficienza energetica e nelle fonti energetiche rinnovabili i due elementi chiave per la transizione energetica. 

Nel 2014, la presidenza di MEDENER, in stretta collaborazione con OME e ADEME, ha elaborato lo scenario per la transizione energetica nel Mediterraneo al 2040, sollecitando un urgente intervento in materia di energie rinnovabili ed efficienza energetica e, dunque, anticipando l’esito della COP21 di Parigi.

In parallelo, RCREE ha sviluppato iniziative regionali tanto in collaborazione con la Lega Araba, quanto con altri partners regionali e internazionali al fine di implementare linee guida, strategie e piani di azione nel mondo arabo, grazie all’apertura dei mercati per le energie rinnovabili l’efficienza energetica e mobilizzando gli investimenti.

La conferenza di Amman del 4 ottobre 2018 ha trattato aspetti cruciali relativi ai prezzi intesi sia come uno degli ostacoli principali agli investimenti sull’Efficienza Energetica e Fonti Rinnovabili, laddove i prezzi dell’elettricità siano molto bassi, sia come prerequisito per un funzionamento efficace delle politiche energetiche.

Da un lato, i meccanismi di sostegno allo sviluppo delle fonti rinnovabili potrebbero essere impraticabili ogni qualvolta gli incentivi superino il costo dell’energia per i consumatori. Dall’altro, in particolare le misure relative all’efficienza energetica, risultano difficili da mettere in atto laddove il consumatore finale non sia concretamente incentivato a cambiare il suo comportamento di consumo e a investire nell’efficienza energetica.

Come risolvere il dilemma? Possiamo intravvedere due possibili vie: a breve termine, tramite l’adattamento alle peculiarità dei mercati energetici nazionali affidando alle istituzioni pubbliche il compito di essere da esempio per quanto concerne lo sviluppo dei benefici provenienti dagli investimenti sulle rinnovabili ed efficienza energetica.

Nel medio e lungo termine, invece, gli sforzi per armonizzare il mercato energetico nel Mediterraneo (condividendo approcci comuni, strumenti e obiettivi) dovrebbero essere attivamente perseguiti, tenendo presente che il tempo di azione del perfetto mercato energetico e quello degli effetti indesiderati del cambiamento climatico sono incommensurabili.

Condividere buone pratiche e conoscenze tra i membri di MEDENER, RCREEE e altri stakeholders interessati, è fondamentale al fine di fornire un valido contributo alle politiche di settore. Il tempo scorre e il cambiamento climatico avanza: non si puòaspettare ancora che sia il mercato “perfetto” a intervenire a sostegno dell’efficienza energetica e delle fonti energetiche rinnovabili.

Rassegna Stampa Conferenza Medener

MEETMED workshop su Efficienza Energetica,  politiche e strategie per Energie Rinnovabili