Diagnosi energetiche: aggiornamenti ENEA in vista della scadenza di dicembre 2019

pubblicato il 13 marzo 2019
Diagnosi energetiche: aggiornamenti ENEA in vista della scadenza di dicembre 2019

Il Dipartimento Efficienza Energetica dell’ENEA a seguito degli interessanti risultati ottenuti nella prima campagna di diagnosi (oltre 15.000 diagnosi di siti produttivi, per oltre 8.600 imprese a fine 2017) e in vista della scadenza d’obbligo del 5 dicembre 2019, negli ultimi mesi ha messo in campo diverse attività con l’intento di supportare imprese e operatori nell’adempimento dell’articolo 8 del D.Lgs. 102/14.
Tra le principali novità si segnala una complessiva riorganizzazione del sito www.efficienzaenergetica.enea.it per la sezione e i materiali dedicati all’obbligo di diagnosi energetica,  con la pubblicazione di una guida operativa che racchiude i concetti di clusterizzazione, monitoraggio e rapporto di diagnosi anche alla luce degli aggiornamenti tecnico-normativi intercorsi tra fine 2015 e fine 2018.  In tale linea di attività sono stati aggiornati i file (fogli di calcolo)di riepilogo dei dati ed è stato pubblicato un format per agevolare la procedura di clusterizzazione.
Una seconda linea d’intervento riguarda l’aggiornamento del portale di caricamento delle diagnosi, avviata a fine 2018 e di cui si prevede il completamento nel mese di giugno 2019. L’aggiornamento vuole adempiere ad una serie di obiettivi identificati come prioritari a seguito di valutazioni sul processo di acquisizione delle diagnosi avvenuto nel periodo 2015-2018, delle novità intercorse in questi ultimi anni e a valle dei confronti con le associazioni di settore. Il nuovo portale richiederà necessariamente una nuova registrazione. Pertanto per le diagnosi legate all'obbligo del 2019 si consiglia di non utilizzare l'attuale portale, comunque in funzione, ma di aspettare la messa on line del nuovo portale prevista entro giugno 2019. L'attuale portale resta invece operativo per le comunicazioni dei risparmi ai sensi dell'art. 7 comma 8 del D.Lgs. 102/14.
Proseguono inoltre gli incontri con le associazioni di categoria per fornire chiarimenti e mettere a punto o aggiornare guide settoriali e fogli di rendicontazione per la raccolta dati (a titolo di esempio, l’ultimo aggiornamento riguarda il settore della Sanità Privata).
Si segnala infine la pubblicazione delle modalità operative per adempiere all’obbligo di diagnosi in caso di presenza di sistema di gestione dell’energia certificato ISO 50001. A seguito dei chiarimenti MiSE del dicembre 2018, ENEA ha pubblicato la cosiddetta “matrice di sistema” mirata ad assicurare la congruenza dei contenuti del sistema di gestione all’allegato II del D.lgs. 102/14.

Per info  http://www.efficienzaenergetica.enea.it/per-le-imprese/diagnosi-energetiche