Efficienza, Bruxelles guarda al “modello Italia”

Efficienza, Bruxelles guarda al “modello Italia”

Enea: best practice nazionali nella revisione della direttiva 27/2012. Diagnosi energetiche, oltre 15.000 gli audit nelle grandi imprese

(Quotidiano Energia.it) - Alcune "best practice" del "modello Italia" sull'efficienza energetica, come l'istituzione di tavoli tecnici permanenti, la realizzazione di modelli di rendicontazione standardizzati, la predisposizione di linee guida settoriali e la procedura specifica per le aziende multisito, potrebbero essere indicate nella revisione della direttiva 2012/27/Ue. È quanto si apprende dall'ultima newsletter EneaInform@, in cui l'agenzia ha diffuso i dati sulle diagnosi energetiche effettuate da imprese grandi ed energivore, che vedono il sistema Italia al vertice della classifica dei paesi europei più virtuosi nell'attuazione della direttiva sull'efficienza energetica per i check up nelle aziende. Nel dettaglio, sono state 15.685 le diagnosi effettuate da 8.461 aziende a fine giugno 2016. "Questi risultati sono destinati a migliorare ancora per effetto delle azioni di verifica e controllo avviate dal Mise con il supporto dell'Enea", spiega Roberto Moneta, responsabile dell'Unità tecnica efficienza energetica dell'Agenzia, che aggiunge: "Anche nel recente meeting della Concerted Action sull'attuazione della direttiva 2012/27/Ue, l'approccio italiano e i risultati ottenuti hanno suscitato molto interesse e valutazioni positive da parte della Commissione europea". In generale, ricorda l'Enea, nel nostro Paese sono stati risparmiati quasi 10 Mtep l'anno, evitando 26 milioni di tonnellate di emissioni di anidride carbonica e 3 miliardi di euro di spese per importare fonti fossili. L'Italia, inoltre, è "leader" in Europa per livello d'intensità energetica, con una percentuale del 18% inferiore della media Ue. "Tra gli strumenti per promuovere l'efficienza si sono rivelati particolarmente efficaci i certificati bianchi, le detrazioni fiscali per le riqualificazioni energetiche e le misure previste dal D.Lgs 102/2014 e dal Piano d'azione per l'efficienza energetica 2014". Completano la newsletter gli approfondimenti sulle tecnologie Enea presentate alla fiera Ecomondo di Rimini, l'accordo dell'Agenzia con il Comune di Livorno sul progetto smart city, lo speciale "uomini e insetti" del magazine "Energia, Ambiente e Innovazione", l'accordo di collaborazione scientifica con Around Culture, la Cop 22 in corso, il workshop Ue-Australia sulle tecnologie sostenibili e il seminario sulla misura della radioattività.