(H2OIL) - “Il decreto 102 traccia la strada degli obiettivi di efficienza energetica al 2020”.

E’ quanto ha dichiarato, nel corso del 4° Rapporto Enea, Roberto Moneta, Responsabile Unità tecnica efficienza energetica dell’Enea, in merito al Decreto legislativo 102/2014 su efficienza energetica, semplificazione normativa e procedimenti di fiscalità. “Ne emerge uno scenario positivo, con il Paese che non ha avuto difficoltà a seguire gli indirizzi dettati dall’UE.

Il ruolo dell’efficienza energetica può essere trainante per l’economia del Paese. Le industrie e gli operatori chiedono semplificazioni di accesso ad incentivi e finanziamenti. Nel decreto 102 i soggetti chiamati a svolgere diagnosi e verifiche per l’efficienza energetica dal 2016 in poi dovranno essere accreditati e cio’ spetterà all’Enea con corsi dedicati.

Un altro aspetto cruciale dell’efficienza energetica sono i finanziamenti: anche le banche si sono rese conto che l’efficienza energetica va trattata in maniera differente e hanno messo a punto strumenti dedicati”, ha concluso Moneta.