Efficienza, in Parlamento il D.Lgs per rispondere alla Ue

Efficienza, in Parlamento il D.Lgs per rispondere alla Ue

(Quotidiano Energia) - Il provvedimento “sana tutte le censure evidenziate nella procedura di infrazione”. I pareri entro il 18 ottobre È arrivato in Parlamento per il parere delle commissioni competenti lo "schema di decreto legislativo recante disposizioni integrative al D.Lgs 4 luglio 2014, n. 102, di attuazione della direttiva 2012/27/Ue sull'efficienza energetica" (atto del Governo n. 201), approvato dal Governo l'11 giugno (QE 12/6) per "sanare tutte le censure evidenziate dalla Commissione europea nella procedura di infrazione n. 2014/2284", si legge nella relazione illustrativa. Il provvedimento (in allegato sul sito di QE), trasmesso a Camera e Senato dal ministro per i Rapporti con il Parlamento con lettera del 7 agosto, è stato assegnato a Montecitorio alle commissioni Attività Produttive e Politiche dell'Unione europea, che dovranno esprimere i pareri entro il 18 ottobre. Inoltre, la commissione Bilancio dovrà dare i propri rilievi sulle conseguenze di carattere finanziario entro il 28 settembre. Al Senato, invece, lo schema di decreto è stato deferito alla commissione Industria, che esprimerà il parere entro il termine del 18 ottobre e ha calendarizzato per oggi l'avvio dell'esame. Infine, le commissioni I, IV, XIII e XIV potranno formulare le proprie osservazioni alla commissione di merito entro l'8 ottobre.