Illuminazione, soluzione Enea per risparmiare 400 mln €/anno

Illuminazione, soluzione Enea per risparmiare 400 mln €/anno

(Quotidiano Energia.it) - L'Enea ha presentato un sistema di gestione che consentirà di risparmiare quasi 400 milioni di euro l'anno sui costi di illuminazione pubblica, circa un terzo della bolletta complessiva degli 8.000 Comuni italiani. Public Energy Living Lab (Pell), ideata nell'ambito del progetto di ricerca Lumière, consente di monitorare e rendere trasparenti i consumi e di programmare interventi di efficientamento sugli 11mila punti luce pubblici disseminati nel territorio nazionale. Si tratta di una piattaforma digitale - basata sulla compilazione di una "scheda censimento" -  per la raccolta dati, rilevazioni, diagnostica dei cosnumi energetici, analisi delle prestazioni degli impianti: "Grazie al costante monitoraggio e alla valutazione delle prestazioni - spiega l'agenzia in una nota - consente di innovare profondamente le modalità di gestione dell'illuminazione pubblica, un settore che consuma 5,9 TWh all'anno con una spesa di circa 1 miliardo di euro". Il sistema è già in fase di sperimentazione in 20 amministrazioni ed è stato inserito da Consip nella Convenzione "Servizio Luce 4", per cui i fornitori che si aggiudicheranno la gara dovranno compilare e caricare sulla piattaforma Pell la scheda censimento con i dati degli impianti assegnati. L'infrastruttura informatica, spiega una nota dell'Enea, garantirà così un'attività "super partes" di monitoraggio dei consumi e di quantificazione dei risparmi conseguiti con gli interventi di riqualificazione messi in campo dagli operatori.