Raffreddamento, la sfida energetica senza precedenti dell'Europa

La domanda mondiale di condizionamento dell'aria entro il 2050 aumenterà di quasi tre volte, secondo il rapporto dell'Agenzia Internazionale dell'Energia (IEA), presentato al Parlamento Europeo lo scorso giugno. Questo vuol dire "che 10 nuove unità AC saranno vendute ogni secondo nei prossimi 30 anni", dichiara l'autore del report IEA Brian Motherway. Passeremo da circa 1,6 miliardi di edifici in tutto il mondo con l'AC, a 5,6 miliardi entro il 2050 ". 

Questo aumento sarà dovuto sia ai cambiamenti climatici, con relativo aumento delle temperature medie in molte aree del mondo, sia a fattori economici, perchè una parte di popolazione del pianeta migliorerà le proprie condizioni e potrà permettersi il lusso di godere dell'aria condizionata. Per dare una dimensione del fenomeno basti pensare che la quantità di energia necessaria per soddisfare questo fabbisogno  futuro sarà pari alla capacità elettrica odierna di Stati Uniti, Unione Europea e Giappone. 

Cambiare il modello comportamentale allora diventa sempre più importante e necessario e, come per molti altri problemi energetici, il problema è legato anche all'efficienza. Le unità AC vendute in Europa e in Giappone, infatti, sono circa il 25% più efficienti di quelle vendute negli Stati Uniti e in Cina. Queste, quindi, le strade da seguire

Leggi tutto