Rinnovabili ed efficienza energetica: il Parlamento Europeo approva definitivamente gli obiettivi al 2030

Rinnovabili ed efficienza energetica: il Parlamento Europeo approva definitivamente gli obiettivi al 2030

Il 13 novembre il Parlamento Europeo ha approvato un obiettivo vincolante per le energie rinnovabili (32% nel 2030) e uno indicativo sull’efficienza energetica (32,5% nel 2030). Questi obiettivi saranno rivisti entro il 2023 e potranno essere solo innalzati.

Voto favorevole è stato espresso anche riguardo alla governance per realizzare l'Unione dell’Energia che prevede per ogni stato membro la presentazione di un “piano nazionale per l’energia e il clima” decennale.

Rendendo l'energia più efficiente, gli europei dovrebbero vedere ridotte le loro bollette. Inoltre, l'Europa ridurrà la sua dipendenza da fornitori esterni di petrolio e gas, migliorerà la qualità dell'aria locale e proteggerà il clima. Per la prima volta, gli Stati membri saranno inoltre tenuti a stabilire misure specifiche di efficienza energetica a beneficio delle persone colpite dalla povertà energetica.

In base alla legislazione, gli Stati membri devono inoltre garantire che i cittadini abbiano il diritto di produrre energia rinnovabile per il proprio consumo, di immagazzinarla e di vendere la produzione in eccesso. Dichiara il relatore per l'efficienza energetica Miroslav Poche: "L'aumento dell'efficienza energetica è una politica vantaggiosa per tutti gli europei. È un buon affare per i nostri cittadini, in quanto porterà a importanti riduzioni del consumo energetico, riducendo così le bollette. Ma è anche una grande notizia per la competitività dell'industria europea, in quanto riduce i costi e stimola gli investimenti".

Con queste misure il Parlamento ha confermato l’accordo provvisorio raggiunto in giugno con il Consiglio dell’Unione Europea  su  tre importanti dossier che fanno parte del pacchetto “Clean Energy For All Europeans -Energia pulita per tutti gli europei” presentato dalla Commissione UE nel novembre del 2016 e orientato a rendere i consumatori europei protagonisti centrali sui mercati dell'energia.

Dopo l’approvazione formale dell’Accordo da parte del Consiglio le nuove norme saranno  pubblicate nella Gazzetta ufficiale europea ed entreranno in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione. (MB)

Comunicato stampa del Parlamento Europeo