Tee, da oggi Gme controparte centrale

Tee, da oggi Gme controparte centrale

(Quotidiano Energia) - Degli scambi conclusi sul mercato. Via libera dell'Autorità per l'Energia - Con delibera 437/2015/R/Efr dell'11 settembre 2015, l'Autorità per l'Energia ha approvato le proposte di modifica alle regole di funzionamento del mercato Tee messe a punto dal Gme (QE 7/9). Con l'entrata in vigore oggi della nuova versione delle regole del Mtee il Gme diviene controparte centrale degli scambi conclusi sul mercato. La prima sessione di mercato che vedrà il Gestore in tale ruolo si terrà il prossimo 6 ottobre. La qualifica di controparte centrale attribuita al Gme, spiega una nota, consente di eliminare il rischio di controparte ed introduce una semplificazione degli adempimenti amministrativo-contabili derivanti dalla partecipazione al mercato organizzato. Le nuove funzionalità, oggetto di apposite sessioni di prova svolte con gli operatori il 9 e 10 settembre, prevedono che al termine di ciascuna sessione di mercato i venditori debbano emettere una sola fattura nei confronti dell'acquirente Gme, mentre gli acquirenti riceveranno un'unica fattura dall'organismo. I pagamenti del Gme verranno effettuati nei confronti di ciascun operatore suo creditore netto, il terzo giorno lavorativo (valuta stesso giorno) successivo alla chiusura della sessione di mercato di riferimento a seguito di ricevimento della fattura, mediante bonifici di importo rilevante o strumento equipollente. Contestualmente all'entrata in vigore della nuova versione delle Regole sono state adeguate le Disposizioni tecniche di funzionamento DTF n. 1 rev. 04, DTF n. 2 rev. 04 e DTF n. 4 rev. 05.