Direttive efficienza, Engie: puntare sui condomini

Direttive efficienza, Engie: puntare sui condomini

(Staffetta Quotidiana) - L'audizione dell'a.d. Italia Jacquier al Senato: coinvolgere i consumatori, sostituire impianti inefficienti Incentivare gli interventi di efficienza nei condomini è secondo Engie Italia una delle strade principali da perseguire centrare l'obiettivo del 30% di efficienza energetica al 2030 previsto dal pacchetto Ue “Energia Pulita per Tutti gli Europei”. Lo ha detto Olivier Jacquier, a.d. di Engie Italia, durante l'audizione che si è svolta stamattina presso la Commissione Industria sul pacchetto e nello specifico sulle proposte della Commissione sulla revisione della Direttiva Efficienza Energetica e della Direttiva sulla prestazione energetica nell'edilizia: “Molto ancora può essere fatto - ha detto Jacquier - ottimizzando gli strumenti oggi esistenti, intervenendo sia sui regimi incentivanti, ad esempio incentivando in modo più efficace gli interventi nei condomini, diffondendo maggiormente le certificazioni ed audit energetici, e contribuendo a diffondere una vera e propria cultura dell'efficienza energetica e della sostenibilità ambientale”.  Per Engie bisogna coinvolgere i consumatori: “il raggiungimento di tale obiettivo passa attraverso un maggiore coinvolgimento dei consumatori, che sempre di più stanno diventando protagonisti attivi del mercato dell'energia e dell'efficienza energetica, anche grazie alle innovazioni in campo digitale”. Perciò per la società è indispensabile "adottare strategie di medio-lungo termine che portino ad un esteso rinnovamento degli edifici, non solo sugli involucri ma anche sugli impianti, sostituendo gli impianti inefficienti e inquinanti": “Investire nell'efficienza energetica, sia per i privati sia per il pubblico, con il supporto di norme e sistemi incentivati efficaci e mirati, conviene davvero a tutti”.