Il meccanismo dei certificati bianchi

I decreti originari e le loro successive modifiche e integrazioni stabiliscono che ogni anno siano fissati obiettivi obbligatori di risparmio, a favore dei consumatori finali, per i distributori di energia elettrica e le imprese distributrici di gas naturale. Il risparmio energetico conseguito a seguito di interventi di miglioramento dell'efficienza energetica negli usi finali viene premiato con l'assegnazione di certificati bianchi che possono essere commercializzati. Le società possono assolvere l'obbligo realizzando interventi di miglioramento dell'efficienza energetica che diano diritto ai certificati, oppure acquistare tali titoli da soggetti terzi previsti dalla normativa.

Un certificato equivale al risparmio di una tonnellata equivalente di petrolio (tep) in fonti primarie.

Inizialmente assegnata all'ARERA, dal 2 febbraio 2013 l'attività di gestione, valutazione e certificazione dei risparmi correlati ai progetti di efficienza energetica presentati nell'ambito del meccanismo dei titoli di efficienza energetica è stata trasferita dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE), in attuazione di quanto previsto dall'articolo 5, commi 1 e 2 del decreto interministeriale 28 dicembre 2012. L'ENEA ha supportato sia l'ARERA che il GSE nelle attività di valutazione delle istruttorie e di diffusione della conoscenza del meccanismo stesso, oltre a specifici compiti assegnati dai diversi Decreti di aggiornamento del meccanismo stesso.

La possibilità di scambiare i certificati bianchi consente ai distributori di rispettare l'obbligo imposto dai decreti al minor costo, potendo scegliere tra realizzare direttamente l'intervento o acquistare sul mercato una equivalente quantità di certificati. La compravendita dei certificati bianchi può avvenire tramite contratti bilaterali o in un mercato apposito istituito dal GME (Gestore dei Mercati Energetici).

Le regole del meccanismo, le procedure di presentazione dei progetti e le statistiche sul meccanismo stesso sono reperibili sul sito del GSE

Le procedure di accesso al mercato e le statistiche su valori e quantità dei titoli sono reperibili sul sito del GME.