Guide Operative CB

Le presenti guide operative sono state prodotte ai sensi del comma 2 dell’art.15 del DM 28 dicembre 2012. Sul tema dei certificati bianchi si segnalano i più recenti D.M. 11 gennaio 2017 e D.M. 10 maggio 2018.

Il sistema dei Certificati Bianchi, o Titoli di Efficienza Energetica (TEE), è stato definitivamente introdotto in Italia dai decreti 20 luglio 2004. L’accesso a tale sistema, al tempo della produzione delle guide settoriali, era articolato su tre diversi metodi di valutazione: il metodo standardizzato, il metodo analitico ed il metodo a consuntivo. I primi due si sostanziavano nell’esistenza di schede tecniche contenenti l’algoritmo di calcolo dei risparmi, la baseline, la verifica dell’addizionalità, gli aggiustamenti, ecc. Il metodo a consuntivo, viceversa, comportava un maggior coinvolgimento tecnico del proponente. La comunità delle società di servizi energetici e dei soggetti con energy manager ha allora sollecitato le istituzioni nel mettere a disposizione dei riferimenti condivisi con il soggetto valutatore, in maniera da rendere più spedita la compilazione della proposta a consuntivo facilitando al contempo il lavoro istruttorio. 

Siderurgia.jpg

L’ENEA, nel redigere le Guide Operative, prese contatto con associazioni di categoria e soggetti coinvolti nel sistema dei certificati bianchi (società di servizi energetici, energy manager, aziende leader nel settore specifico, istituzioni, utenti finali), in modo da produrre uno strumento operativo frutto di un lavoro di squadra, le cui indicazioni risultassero condivise tra le parti interessate.

Agricoltura.jpgLe Guide Operative non sono manuali sull’efficienza energetica nei diversi settori elencati nel comma citato in precedenza, ma hanno una finalità ed una conseguente struttura dedicata esclusivamente alla facilitazione nel conseguimento dei titoli di efficienza energetica. In altri termini, aspetti di inquadramento seppur importanti come la descrizione dello specifico settore produttivo, dei relativi processi produttivi e delle migliori tecniche disponibili sono limitati a quegli elementi necessari alla compilazione delle proposte.

Le Guida Operative di settore sono state prodotte con il duplice scopo di:

- fornire un quadro degli interventi di razionalizzazione energetica che possono essere  realizzati nello specifico settore; quando possibile, verranno citati i  risultati quantitativi che  possono essere ottenuti;

- fornire supporto nella presentazione di progetti a consuntivo; viene posta specifica attenzione alla baseline di riferimento, argomento che normalmente riveste caratteristiche di criticità durante la valutazione.